| Info | Regolamento | Area Stampa | Contatti | Archivio  
............

............
............
............
............
 
     
 
 

Incoming






 

 

CONVEGNO

IL CONVEGNO

 

“LE RISORSE DELLO SPRECO, LO SPRECO DELLE RISORSE….”

IL SORRISO DEL GRANDE TENTATORE

Chiesa di San Sebastiano Serralunga d’Alba

Sabato 9 giugno alle ore 16,00

 

Uno degli scopi del Food in Film Festival  è quello di attivare discussioni su temi essenziali per la salvaguardia dell’ambiente e del patrimonio umani.

Nella prima edizione il convegno “Terra e Pace” ha dibattuto, con esperti del settore, il tema della responsabilità sociale nell’impresa agroalimentare”; nella seconda “il Gu(a)sto del territorio” è entrato in queste tematiche studiando con  attenzione la trasformazione in atto da vari decenni, diventando un’occasione per sensibilizzare alla cultura del territorio e del paesaggio.

Anche nella 3° edizione si è mantenuta la stessa linea per parlare del consumo delle risorse del territorio. “L’acqua, diritto o conflitto? ne era il titolo. L'acqua è una risorsa primaria essenziale. Uno degli obiettivi del millennio per le Nazione Unite è quello di ridurre il numero della popolazione che non ha accesso adeguato all’acqua, mediante il recupero e la protezione delle risorse naturali, al fine di garantirne la disponibilità e l’accesso sostenibile. L'acqua è un bene comune, un diritto umano universale e inalienabile o è una necessità che va soddisfatta mediante un servizio, soggetto quindi alle leggi del mercato?

Nei paesi sviluppati si vive in un mondo opulento, abbondante. Si mangia troppo e male. Il nutrirsi ha perso il proprio significato ancestrale, non si mangia più per vivere, ma si vive per mangiare. Il passo è breve: non si consuma più per vivere, come sarebbe logico, ma si vive per consumare. Cibo, vestiti, tempo, luoghi, …In uno spreco di energie, soldi, risorse. Il tema del 2007 “Le risorse dello spreco, lo spreco delle risorse….” parla del prodotto scartato, quello che non viene offerto, né dunque può essere domandato, e quindi non giunge al mercato. L’economia del surplus e dell’abbondanza, e del deficit e della scarsità, ha a che fare con una non offerta e una non domanda. Da un lato l’economia produce dei surplus, dall’altro la società risulta in deficit, almeno la maggior parte. La trasformazione dello spreco in risorsa incontrerà sempre molti ostacoli, cita Andrea Segrè nel significativo Lo spreco utile. Il libro del cibo solidale. “Il prodotto che viene sprecato perché non è più vendibile è considerato, a tutti gli effetti e da tutti i punti di vista, un vero e proprio rifiuto”. Bisogna dimostrare che i prodotti recuperati e donati sono esattamente identici a quelli che acquistiamo normalmente.

Ad Ipotesi Cinema – la scuola-laboratorio creata da Ermanno Olmi e Paolo Valmarana – negli anni 90 un esercizio solito era quello di costruire un filmato con gli scarti delle pellicole prese direttamente dai cestini. Uno straordinario esercizio sulle capacità creative. Questo è uno dei motivi della presenza di Mario Brenta, da sempre direttore tecnico della storica scuola e autore di preziosi film che hanno conservato il dono del rispetto dell’ambiente e delle risorse. Con lui Emilia Patruno, giornalista attenta e straordinaria ideatrice e curatrice di un progetto sul recupero degli scarti alimentari in carcere. “Avanzi di galera”.

E parlando di cibo come non pensare all’enorme spreco di una risorsa imprescindibile dall’uomo – l’acqua – con la presenza concreta, secca di Emilio Molinari, presidente del Comitato Italiano per un Contratto Mondiale sull'acqua, che alla lotta allo spreco sta dedicando molte energie e che affronterà il tema Risparmio dell'acqua e nuovi modelli di vita e alimentazione. E le risorse naturali? Le grandi foreste, l’energia, la luce, specie in America Latina. Rodrigo Diaz, ideatore di parecchi dei festival cinematografici latinoamericani italiani e latini, ci porterà l’esperienza latina, la cui sinergia collettiva sta diventando una delle chiavi per affrontare e trovare soluzioni compatibili ai problemi dello spreco. Lara Giordana, infine - laureata in Antropologia Culturale ed Etnografia presso l’Università degli Studi di Torino con una tesi intitolata Carne e ossa. Antropologia del riciclo, in cui analizza le manipolazioni subite dai cadaveri in alcune società dell’Oceania - affronterà un tema quanto mai singolare e attualissimo: ciò che resta dopo la morte, un resto cui rimane attaccata la memoria, ma anche uno scarto, un rifiuto che suscita orrore e repulsione. Il corpo morto non può rimanere tra i corpi vivi, perché la sua disgregazione minaccia la loro integrità: il cadavere immondo va allontanato dalla società. Tuttavia, il corpo morto non può essere semplicemente abbandonato, poiché conserva un irriducibile residuo di umanità, un residuo troppo prezioso per andare perduto. Proprio come i rifiuti, il cadavere è sospeso tra l’essere e il nulla, è ancora qualcosa e, proprio come i rifiuti, può essere riciclato. Moderatore sarà Luis Cabases, giornalista, sindaco di Serralunga e uno dei promotori dell’Unione di Comuni di Langa e del Barolo.

 

NEWS
28/11 CIMAMERICHE 2007 AL VIA!!
12/11 ENZO BIAGI E IL POTERE DELLA LIBERTA’
26/09 GLORIE DEL FOOD IN FILM FESTIVAL 2
31/07 IL CINEMA DEI GRANDI BERGMAN E ANTONIONI
20/07 GLORIE DEL FOOD IN FILM FESTIVAL
Tutte le news...
 
 
 


Consorzio Turistico

Langhe Monferrato Roero

 



 

 

 
     
 

 
Barolo Castiglione Faletto La Morra Monforte d'Alba Serralunga d'Alba

FOOD IN FILM FESTIVAL
FESTIVAL INTERNAZIONALE DELLE LANGHE
Palazzo Comunale, Via della Chiesa 1 - 12065 Monforte D’Alba (CN)
Tel +39 0173 78137 , Fax +39 0173 78137
 info@foodinfilmfestival.it

Numero di visite: 4034