| Info | Regolamento | Area Stampa | Contatti | Archivio  
............

............
............
............
............
 
     
 
 

Incoming






 

 

GLI EVENTI COLLATERALI

GLI EVENTI COLLATERALI

 

LE MOSTRE

“AQUARELLAS” di Noëlle SELLE SIMBONA a Castiglione Falletto, Cantina Comunale.

Retraitée - passionnée d’aquarelle. Acquarelli su flora e fauna del paese natale

Inaugurazione domenica 3 giugno h.11.30

Noëlle SELLE SIMBONA nasce nell’isola de la Réunion (Dipartimento Francese d’Oltremare), dove trascorre la sua infanzia e fa il suo debutto professionale nel settore terziario. Nel 1968 posa le sue valigie a Hanau, a 12 km da Francoforte, dove si sposa e vive tuttora. Nel frattempo intraprende una lunga carriera professionale nel servizio export di una società tedesca, fino alla pensione.

Il suo primo contatto con la pittura ad acquarello è da autodidatta. Nel 2001 inizia un corso serale di disegno e pittura ad acquarello. Progressivamente, e di meglio in meglio, si appassiona e sviluppa il gusto per questa arte. La sua prima esposizione avviene a dicembre 2006 a la Mairie Historique de Maintal/Germany.

 

“IN – FORME” di Francesca RAMELLO a Monforte d’Alba, Palazzo Martina.

In collaborazione con Associazione Culturale Le Baladin

Inaugurazione martedì 5 giugno h.11.30

Francesca Ramello nasce a Fossano nel 1975. Compie studi artistici presso il Liceo Artistico Ego Bianchi di Cuneo e si diploma nel 1994. Nel 1992 inizia a lavorare come decoratrice in Cuneo,Torino e provincia.

Dal 1994 partecipa ad alcune esposizioni collettive. Nel febbraio 1998  la prima personale "Il volo di Clarissa"  a Cuneo. Le sue ambigue figure attirano l’attenzione del critico G.Barberis Nello stesso anno viene contattata dalla Galleria d'Arte "La Fenice" di Lugano. Nel marzo 2000 personale presso il Municipio di Dronero e la " V Mostra mercato d'Arte Moderna" Fondazione A.Bertone, a Saluzzo  In questi anni viaggia spesso, sopratutto in oriente, dove entra in contatto con gli artisti locali. E’ del febbraio 2001 la Collettiva d'arte moderna, Modern art school, a Bombay, in India. Dell’aprile 2002 il "Salon International desartistContemporains"  SaintTropez,Francia Dal 2003 al 2006 Collabora con la ditta Frat.Ramazzotti (Pernod Richard) con sede in C.Buenos Aires Milano come disegnatrice d'interni e decoratrice,negli stessi anni apre una ditta propria come decoratrice-progettista. Nel luglio 2006 la personale "Forma in-Forme" sala C della Provincia,Cuneo. A settembre la personale (pittura e installazioni)"Cantiere in Forme" al circolo culturale Le Baladin di Piozzo (CN). Nel novembre il work shop in Galway,Irlanda

...la sua ultima ricerca è volta ad esprimere la confusione che aggredisce il mondo dove l'uomo è soffocato e intappolato dagli stessi schemi che si e' creato per raggiungere una vita sempre piu' agiata.Dimenticando di dare spazio al suo interiore solo ora si rende conto,inconsciamente,di aver soffocato i suoi istinti primordiali per crogiolarsi in un mondo materialistico che gli si ritorce contro.Non avendo,l'uomo,un libretto d'istruzioni per apprendere ad usare l'attuale vita si ritrova in una confusione che sfocia in urla di ribellione e violente gestualita'.

La repressione delle proprie "follie" istintive e delle proprie intime emozioni come adattamento ne diviene la migliore soluzione e violenza e disadattamento la diretta conseguenza.

Francesca senza intenzioni moraliste e senza avvalersi del diritto di giudicare esprime nel modo che meglio conosce la sua stessa sensazione di trappola.

 

“ FREMAS D’OCCITAN” Ritratti e ricette di 18 donne occitane a Monforte d’Alba, Oratorio di Sant’Agostino. A cura di Ines CAVALCANTI.

 Inaugurazione martedì 5 giugno h.18.30

L’Occitania è un caleidoscopio. Un paesaggio che condensa tutti i paesaggi, a cui corrispondono un’infinità di colori e sapori. Ruotiamo il caleidoscopio: scomponiamo l’Occitania, le sue sette regioni, Guascogna, Alvergna, Provenza, Linguadoca, Guiana, Limosino e il Delfinato con le nostre Valli occitane, poi ricomponiamola confondendo il meridione con l’occidente, l’oriente con  il settentrione. Mettiamo l’Occitania in tavola, mescolando cibi e ricette, come fa questa mostra con i suoi 18 menú dedicati a 18 donne d’ogni tempo, valenti per nobiltà, sapienza, bellezza, generosità e amore. Scopriremo un sapore che condensa tutti i sapori, un gusto inatteso, un’emozione al pensiero che ciò che gustiamo è nuovo, ma antico, e sa di montagne, di mare, dell’oceano, di pianure, di colline... è il sapore di una terra figlia della poesia.

Ines Cavalcanti. Nasce a Elva, paese occitano della Val Maira – una delle valli più selvagge delle dodici di cultura occitana -, a 1.750 metri di altezza. Operatrice culturale, è l’animatrice e l’anima del movimento occitano. Ha avviato scambi, relazioni, contatti per sensibilizzare la gente a questo patrimonio. Dirige il settore lingua, cultura e rapporti internazionali della Chambra d’Oc.

 

“FINCHÈ LA LORO OMBRA DANZERÀ” Ritratti zingari di Marina OBRADOVIC a La Morra, Oratorio di San Sebastiano.

In collaborazione con Associazione Culturale Le Baladin

Inaugurazione domenica 3 giugno h.18.30

In alto, il cielo; in basso, la terra; nel mezzo, gli Zingari. Lo Zingaro vive con passione la sua vita ma la morte non lo spaventa. E’ nello scorrere delle cose. Vive alla giornata e assapora il presente. Quello che conta in una candela non è la cera ma la fiamma. Non possiede molte cose perché coglie l’aspetto effimero degli oggetti. Solo alla natura, perché è eterna, val la pena attaccarsi. Soprattutto ama il suo gruppo e la famiglia, ma è sempre pronto a partire senza motivi plausibili. E’ in questa disponibilità che vive il nomadismo, più che nel viaggio effettivamente realizzato: anche se è sedentario vive da nomade, ovunque è altrove e in nessun luogo… Non accumula, non spreca, fa di ogni cosa una risorsa unica.

 

LA MUSICA

L’INCONTRO CON L’ARPISTA CHIARA STOPPANI

Concert pour harpe: à la recherche de la source
Vers la source dans le bois, Tournier
L'oiseau chantant, vaeriations, Naderman
La source, Hasselman
Arpa: Chiara Stoppani

 

Chiara Stoppani, conseguita con lode la laurea in Musicologia e beni musicali (Università Ca' Foscari,
Venezia), perfeziona la tecnica interpretativa arpistica sotto la guida della professoressa Bonetti
presso l'Istituto superiore di studi musicali Vittadini (Pavia). Pubblicista, alterna l'attività di studio e ricerca musicologia a quella concertistica e didattica.

 

 

LA PERFORMANCE DI FABIO BONELLI

Musica da cucina. Musica suonata, oltre che con strumenti convenzionali, anche con utensili della cucina!

...i suoni della cucina, intimità e atmosfere del tintinnio di bicchieri e del fischio del bollitore in una performance che cresce piano piano, come una pietanza nel forno, svelando la magia dei gesti quotidiani.

 

Il progetto musica da cucina nasce nel 2005 da un’idea di Fabio Bonelli, artista di Morbegno (SO) già impegnato in una serie di attività musicali con il nome People From the Mountains (milaus, sit in music).

L’idea è quello di catturare i suoni della cucina per creare un tappeto sonoro sul quale ricamare melodie di chitarra, clarinetto e fisarmonica. L’effetto è una musica particolarmente suggestiva, un corpo sonoro etereo ed ipnotico in cui si innestano suoni familiari ed evocativi come l’acqua che scorre, il fischio del bollitore, il rumore delle posate sui piatti, il tintinnio dei bicchieri. Il progetto si inserisce in un percorso di ricerca di nuove sonorità e modalità di utilizzo di strumenti non convenzionali, senza disdegnare comunque una forte componente melodica ritenuta fondamentale perchè il risultato finale sia effettivamente comunicativo.

Musica da cucina ha effettuato diversi concerti nel Nord Italia e Germania, partecipando ad inaugurazioni di mostre d’arte, a feste di strada, a rassegne eno-gastronomiche o semplicemente tenendo piccoli concerti casalinghi o in piccoli locali. Nell’autunno 2005 ha aperto anche il concerto degli Amandine, ultima scoperta dell’etichetta inglese Fat Cat (che in passato ha lanciato band come sigur ros).
Le musiche sono state utilizzate anche per la sonorizzazione di alcuni video e documentari, tra cui “La Signora dei foglietti” di Marco Zamarato ed Elena Milani, presentato allo ION (Venezia) in concomitanza con il Festival del Cinema di Venezia 2006.

Musica da cucina ha da poco terminato le registrazioni del primo disco, che è uscito in forma di libro-cd nell’autunno 2006 per l’etichetta City Living di Giacomo Spazio.

NEWS
28/11 CIMAMERICHE 2007 AL VIA!!
12/11 ENZO BIAGI E IL POTERE DELLA LIBERTA’
26/09 GLORIE DEL FOOD IN FILM FESTIVAL 2
31/07 IL CINEMA DEI GRANDI BERGMAN E ANTONIONI
20/07 GLORIE DEL FOOD IN FILM FESTIVAL
Tutte le news...
 
 
 


Consorzio Turistico

Langhe Monferrato Roero

 



 

 

 
     
 

 
Barolo Castiglione Faletto La Morra Monforte d'Alba Serralunga d'Alba

FOOD IN FILM FESTIVAL
FESTIVAL INTERNAZIONALE DELLE LANGHE
Palazzo Comunale, Via della Chiesa 1 - 12065 Monforte D’Alba (CN)
Tel +39 0173 78137 , Fax +39 0173 78137
 info@foodinfilmfestival.it

Numero di visite: 4033